Veduta di un porto con velieri,torre e personaggi.
Author : Luca Carlevarijs
Period: 17th century

Il dipinto è un interessante testimonianza inedita all'ormai nutrito catalogo di Luca Carlevarijs (Udine 1663-Venezia 1730) nelle vesti di paesaggista: genere in cui egli si cimentò prima della sua attività come puro vedutista,con cui si affermò quale caposcuola di tale glorioso filone della scuola veneziana del Settecento.

Inquadrata da una folta quinta arborea sulla sinistra ,a cui corrisponde a destra solo uno scorcio di fogliame ,il primo piano della inventiva è costituito da una banchina artificiale ,squadrata e con gradoni per l'approdo di barche ,eretta in fondo a un ampia e profonda insenatura marina,con torrione di guardia ,ricavato da un campanile medioevale ,che s'innesta dalla costa sulla destra.

In rada sono due fregate ,una inquadrata di prora con le vele semi calate e l'altra di poppa con le vele ammainate ,più altre imbarcazioni in lontananza.Personaggi-due orientali a colloquio a  sinistra,un armigero con un portuale seduto a terra presso delle balle ,due scaricatori più avanti al centro e a sinistra una barca con due uomini -animano la scena realizzata con una corretta osservanza prospettica nei suoi particolari e nella sua veduta d'insieme.Su una delle succitate balle si legge chiaramente la sigla "L:C",che viene a confermare ulteriormente la paternità del Carlevarijs.Il quale ritengo che si sia autoritratto nell'uomo con lunga parrucca,collare inamidato e severo abbigliamento,la cui abbreviata fisionomia ,brevemente accennata,corrisponde a quella nota del maestro di Udine. in effetti egli non osserva la scena ma volge lo sguardo allo spettattore.